Chievo-Fiorentina 0-0

Chievo e Fiorentina scenderanno in campo per giocare il secondo anticipo di Serie A.

FORMAZIONI:
La squadra di Maran si schiera con il solito 4-3-1-2, con Bizzarri in porta, Cacciatore e Gobbi sulle fasce, Gamberini e Cesar come centrali. A centrocampo spazio per il trio di interni Rigoni, Radovanovic, Hetemaj, con Pepe trequartista che avrà il compito di servire le punte, Inglese e Pellissier.

Sousa sceglie per la Fiorentina il 3-4-2-1. Unica punta Kalinic, con Fernandez e Zarate come trequartisti. A centrocampo Valero e Badelj al centro, Alonso e Tello sulle fasce. In difesa, davanti a Tatarusanu, il trio Astori-Rodriguez-Tomovic.

CRONACA:
Il primo tempo del Bentegodi è povero di emozioni, con le due squadre che finiscono per confrontarsi prevalentemente a centrocampo e creano poche palle-goal. Al 34′ Tomovic dopo una bella discesa appoggia per Kalinic, che gira bene a rete ma trova la risposta di Bizzarri in calcio d’angolo. Poco dopo, al 36′, l’arbitro non calca la mano su Cacciatore, autore di un fallo di reazione ai danni dello spagnolo Alonso.

Nella ripresa la partita si accende all’improvviso con il crescere del ritmo e le occasioni per entrambe le squadre non mancano. Si vede prima il Chievo, al 5′, con Pepe bravo a smarcare Pellissier in area: sinistro rasoterra troppo centrale, e Tatarusanu riesce a parare in due tempi. Poi è la Fiorentina ad avere un paio di ghiotte opportunità per sbloccare il risultato. Al 7′ Zarate colpisce in pieno la traversa su calcio di punizione a giro dal limite: sulla ribattuta piomba Alonso, che da distanza ravvicinata spreca calciando alto sopra la traversa. La reazione del Chievo non si fa attendere, e al 13′ Rigoni, con una bordata dalla distanza, mette i brividi alla viola, colpendo in pieno il palo alla sinistra di Tatarusanu. Al 16′ ancora Zarate, in buona serata, si invola sull’out di destra e crossa basso al centro per Kalinic, che spreca strozzando la conclusione a rete da buona posizione. La partita non si sblocca e resta aperta fino ai minuti finali. Sotto il profilo agonistico le due formazioni non si risparmiano, con 4 cartellini gialli estratti dall’arbitro fra il 29′ e il 33′. Al 34′ il Chievo rischia di castigare la Viola con un’azione in velocità: Birsa, appena subentrato a Pepe, innesca in verticale Floro Flores, che a tu per tu con Tatarusanu prova il tocco sotto le gambe ma trova la risposta del portiere rumeno. All’44’ ancora Floro Flores in velocità si infila fra le maglie della difesa viola e calcia in porta sul primo palo: la sfera passa sotto le braccia di Tatarusanu, e viene agguanta in extremis dal portiere viola prima che oltrepassi la riga.

La partita non si sblocca fino al fischio finale, con le due formazioni che devono accontentarsi di un punto ciascuna.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter