Siviglia, è un pari che sa di vittoria: 2-2 in Ucraina

Sevilla’s Vitolo celebrates after scoring during the Europa League round of 32 second leg soccer match between Borussia Moenchengladbach and Sevilla FC in Moenchengladbach, Germany, Thursday, Feb. 26, 2015 . (AP Photo/Frank Augstein)

Shakhtar e Siviglia in campo per la semifinale d’andata d’Europa League

FORMAZIONI:

Negli ucraini Kucher torna al centro della difesa con Rakitsky, sulle fasce Srna e Ismaily, in mediana Malyshev e Stepanenko frangiflutti, alle spalle di Ferreyra il trio Marlos, Kovalenko e Taison. In porta Pyatov.

Tra le file andaluse il terminale offensivo é Gameiro, supportato da Vitolo, Banega e Konoplanka. In difesa spazio a Carrico ed Rami, sulle fasce Ferreira e Escudero. In porta Soria diga di centrocampo composta da N’Zonzi e Krychowiak.

CRONACA:

Il primo squillo del match porta al vantaggio andaluso: passano 6′ quando Banega verticalizza per Gameiro, il quale apre verso Vitolo che rientra sul mancino e supera Pyatov. La reazione dei padroni di casa si traduce in una mancata deviazione in area di Kovalenko prima e Ferreyra poi su un traversone dalla sinistra, oltre ad un sinistro da fuori di Marlos bloccato da Soria. A metà frazione ecco il pari dello Shakhtar: Marlos sfrutta al meglio un pallone profondo di Rakitsky e col piattone batte il numero uno avversario. Il Siviglia sparisce dal campo e alla mezz’ora Taison sfiora il 2-1, lambendo il palo con un bel destro dal limite. Ancora Taison pochi minuti dopo semina il panico e costringe la difesa ospite agli straordinari, poi è tempo di vantaggio grazie all’inzuccata di Stepanenko su cross al bacio di uno scatenato Marlos. L’asse verdeoro degli ucraini fa sfracelli e al riposo Lucescu può sorridere.

Il Siviglia inizia la ripresa all’arrembaggio dopo essere stato preso a ‘pallate’ dagli avversari: la carica la suona capitan Carriço, con una conclusione velenosa su cui Pyatov non è impeccabile ma si salva. Ci prova anche N’Zonzi di testa, ma la mira è poco fortunata. Il buon momento degli spagnoli viene poi certificato al 15′ dal destro del nuovo entrato Krohn-Dehli, bloccato dal portiere di casa. Il solito Marlos prova a rompere il predominio degli uomini di Emery con un tentativo a giro lontano dallo specchio, poi il terribile infortunio occorso al danese del Siviglia al quale esce il ginocchio a causa di una torsione innaturale. Gli ospiti non mollano e finalmente si vede Gameiro: prima un goal annullato per fuorigioco, poi un destro alle stelle da posizione più che favorevole. All’35’ Kucher salva sulla linea un diagonale di Vitolo, ma passano due giri di lancetta e Ferreyra stende lo stesso Vitolo in area causando il rigore trasformato dal 9 di Emery. Nel finale un sontuoso Banega va vicino al clamoroso controsorpasso, in pieno recupero l’ultimo sussulto è ucraino con Ismaily, ma il risultato non cambia più. Pari e patta, ora tutti al ‘Sanchez-Pizjuan’.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter