2-2 spettacolare tra Bologna e Lazio

Guidati da Sinisa Mihajlovic in panchina, i felsinei vanno due volte in vantaggio ma vengono raggiunti in entrambe le occasioni da Immobile: nella ripresa, un gol annullato a Svanberg, le espulsioni di Lucas Leiva e Medel e, infine, il rigore fallito da Correa

FORMAZIONI:

Bologna (4-3-3): Skorupski; Tomiyasu, Bani, Danilo, Krejci; Poli, Medel, Svanberg; Orsolini, Palacio, Sansone. All. Mihajlovic.

Lazio (3-5-2): Strakosha; Ramos, Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic-Savic, Leiva, Alberto, Lulic; Immobile, Correa. All. Inzaghi.

CRONACA:

Un primo tempo pirotecnico quello fra Bologna e Lazio, con gli emiliani che passano in vantaggio dopo 21′ con Krejci che capitalizza una strepitosa giocata sulla fascia di Orsolini. Bastano appena due minuti ai biancocelesti per pareggiare i conti grazie ad un’ispiratissimo Immobile , con la complicità del portiere rossoblu. Sono ancora gli uomini di Sinisa a passare in vantaggio con Rodrigo Palacio che spinge il pallone in rete dopo il palo colpito da Svanberg. E allora ci pensa ancora Immobile a riacciuffare gli emiliani con un diagonale letale per Skorupski.

Nel secondo tempo la partita continua sulla falsa riga del primo tempo, con il Bologna più propositivo e la Lazio pronta a ripartire e pungere in contropiede. La svolta arriva al 59′, quando Lucas Leiva si fa ammonire in maniera ingenua per due volte nel giro di otto minuti, lasciando così i biancocelesti in 10 uomini. Nonostante l’inferiorità numerica, però, gli uomini di Inzaghi riescono ad essere sempre molto pericolosi con delle ripartenze fulminee. Proprio da una di queste, nata da un’intuizione di Milinkovic-Savic, scaturisce il fallo da ultimo uomo di Gary Medel che dapprima gli vale un cartellino giallo e poi -dopo un check del Var- si tramuta in rosso. Ristabilita, così, la parità anche a livello di giocatori in campo fra Bologna e Lazio.
Nei minuti finali la troppa generosità di Palacio lo porta a commettere un fallo ingenuo su Acerbi in area di rigore, dando a Correa la possibilità di regalare la vittoria ai biancocelesti dal dischetto: l’argentino però fallisce dagli undici metri, colpendo la traversa. Il risultato finale rimane, quindi, inchiodato sul 2-2. Un pareggio che serve poco ad entrambe le squadre, ma che paradossalmente rafforza le convinzioni sia dei rossoblu che dei biancocelesti. Gli undici di Sinisa -che ha guidato i suoi dalla panchina- hanno dimostrato di poter giocare a viso aperto contro squadre di prima fascia in questa Serie A, mentre i laziali si dimostrano letali in ripartenza con la coppia offensiva Correa-Immobile servita da un centrocampo con qualità importanti.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter