Venezia sbanca il PalaTrento per 73-67 e ribalta la serie: 2-1

Venezia

Venezia vince anche gara 3 con il risultato di 73-67. Trento regge fino all’intervallo lungo, conducendo anche con 10 lunghezze di vantaggio a metà secondo quarto, ma l’assenza di Sutton e le corte rotazioni si fanno sentire per la squadra trentina che cala nella ripresa. Sempre a Trento la gara 4, il prossimo 16 giugno.

Dolomiti Energia Trento – Umana Reyer Venezia 67-73
(15-20, 23-13, 15-23, 14-17)

Treto: Forray 14, Craft 14, Gomes 13, Shields 12, Hogue 7, Flaccadori 7. All. Buscaglia.

Venezia: Haynes 14, Stone 13, Ortner 10, Peric 8, Ejim 7, McGee 6, Bramos 5, Filloy 5, Ress 3, Viggiano 2. All. De Raffaele.

Venezia ribalta tutto e dopo aver perso gara 1, vince due partite consecutivamente, ristabilendo così il fattore campo. La squadra di Buscaglia paga, e tantissimo, l’assenza di Sutton, ma più in generale una situazione non rosea dal punto di vista fisico visto gli acciacchi di Shields e Lechthaler oltre all’impossibilità di schierare per molti minuti Flaccadori a causa del suo quarto fallo già in avvio di terzo periodo. I padroni di casa tengono bene, benissimo, fino all’intervallo lungo ma poi si sciolgono nel terzo quarto sotto i colpi di Stone che fa il bello e il cattivo tempo in attacco. La serie resta a Trento, con gara 4 fra qualche giorno, ma la squadra di De Raffaele ha riportato i favori del pronostico dalla propria parte.

Da una parte Trento senza Sutton, dall’altra Venezia senza Batista. A partire forti sono i veneti con due canestri da sotto di Ortner che dimostra subito di essere in partita, Trento ci mette qualche minuto ma a prendere le misure in difesa è Beto Gomes che con due stoppate consecutive rompe il ghiaccio per la squadra di Buscaglia. Una tripla di Shields e un canestro di Craft in penetrazione regalano il primo vantaggio a Trento, tanto da costringere De Raffaele al time-out per cambiare le cose in campo. Sul parquet entra Tomas Ress, ed è proprio il 37enne a far ripartire la Reyer grazie alle sue difese e ai suoi tre punti consecutivi, si unisce allo show anche Haynes per l’11-0 di parziale per Venezia che chiude il primo quarto in vantaggio, neutralizzando l’intensità mostrata dai padroni di casa. Sembra il preludio alla fuga della Reyer, ma Trento resta in partita grazie alle giocate di Forray e Craft, ma il giocatore decisivo è Beto Gomes con il portoghese capace di far volare le Aquile che rimettono la testa avanti fino al massimo vantaggio. La squadra di De Raffaele sembra in apnea, ma ecco il canestro di Filloy sulla sirena, appena dentro la metà campo avversaria, a rendere meno amaro lo svantaggio all’intervallo lungo.

Nel terzo periodo grande intensità, sia sul parquet, sia sugli spalti: le forze dell’ordine devono intervenire per allontanare un ‘tifoso’ di Venezia che era riuscito a scavalcare e a scendere quasi in campo, tanto che gli arbitri sono costretti a fermare il gioco per alcuni minuti. Non si ferma però Venezia che con un super Stone riesce a recuperare lo svantaggio e ad indirizzare la partita verso gli orogranata. La guardia di Alexandria realizza in pochi minuti ben 8 punti, frutto di due triple e una schiacciata che mette a dura prova la squadra di Buscaglia, costretta a lasciare in panchina Flaccadori per il 4° fallo e a perdere per qualche minuto Shields che subisce una botta al ginocchio. Trento è in palese difficoltà; anche Lechthaler è acciaccato e la panchina non riesce a dare quell’apporto che invece Venezia può avere dai giocatori fuori dal quintetto. Forray e Craft provano a dare nuova linfa ai trentini in avvio di quarto quarto, ma si rivedono Ejim e Ortner con l’Umana che prende il largo a due minuti dalla fine. Lo scarto si attesta nell’ordine dei 10 punti e la squadra di Buscaglia non riesce più a rientrare in partita, perdendo anche gara 3.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Pubblicità

GIF 300x250

Facebook

Twitter