La Roma si salva con l’Atletico Madrid é 0-0

Roma

La Roma soffre contro l’Atletico Madrdi e viene salvata da Alisson: pareggio da non buttare per il prosieguo della competizione, ma é necessario migliorare.

FORMAZIONI:

Roma (4-3-3): Alisson; Peres, Manolas, Jesus, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Defrel, Dzeko, Perotti. All. Di Francesco.

Atl. Madrid (4-4-2): Oblak; Juanfran, Savic, Godin, Filipe Luis; Koke, Thomas, Gabi, Niguez; Griezmann, Vietto. All. Simeone.

CRONACA:

Il ritorno della Roma in Champions vede in scena all’olimpico subito un top club come l’Atletico Madrid e il portiere giallorosso con una prova super e un po di fortuna, in particolar modo nel finale, permettono alla Roma di ottenere un punto molto importante. Il.tecnico romanista la formazione tipo senza schierare lormai recuperato Florenzi e in attesa dell’acciaccato Schick infortunatosi pochi giorni fa. Anche Simeone schiera una formazione collaudata avendo concesso l’ultima di campionato un turno di riposo ai giocatori piu rappresentativi. Il primo tempo è stato equilibrato, con i ragazzi di Di Francesco che hanno tenuto testa agli undici schierati dal cholo Simeone. La prima frazione ha visto occasioni importanti da ambo le parti, la Roma recrimina giustamente un rigore non concesso ma in fase di impostazione commette errori banali che lasciano campo agli spagnoli per ripartenze rapide è veloci. I giallorossi del canto loro rispondono e creano impensierendo il portiere spagnolo più di una volta.
La seconda frazione invece vede un atletico in crescendo ed una Roma che come con l’Inter circa intorno al 60′ non ne ha più ed allora causa i tanti, tantissimi, errori in fase di impostazione dei giocatori giallorossi gli spagnoli ne approfittano a schiacciano la Roma nella propria area ma a tenere a galla i compagni ci pensa Alisson che con un intervento dietro l’altro salva la porta giallorossa e allo scadere quando sembra ormai che proprio su una respinta del portiere brasiliano saul calcia a colpo sicuro ma colpisce incredibilmente il palo.
Di Francesco può sorridere per i primi 60 minuti perché si è vista una roma che ha giocato alla pari contro una corrazzata ma deve riflettere sul calo fisico che i suoi giocatori subiscono nel secondo tempo. Assedio che ha portato anche un cambio di modulo quando nella ripresa è entrato Fazio per Defrel.