La Lazio continua a volare: 1-2 a Bologna

Lazio

La Lazio passa a Bologna grazie alle reti di Sergej Milinkovic-Savic e Senad Lulic che, con un autogol rimette in corsa il Bologna nella ripresa: la reazione del Bologna non basta, la Lazio macina record.

FORMAZIONI:

Bologna (4-3-3): Mirante; Krafth, Helander, De Maio, Masina; Donsah, Crisetig, Pulgar; Verdi, Destro, Krejci. All. Donadoni.

Lazio (3-5-2): Strakosha; Bastos, De Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Alberto, Immobile. All. Inzaghi.

CRONACA:

L’avvio è tutto dei capitolini che trovano subito la rete del vantaggio con Milinkovic-Savic, bravo a sostituirsi ad Immobile per battere Mirante da attaccante vero. Il Bologna non riesce a trovare le misure, tanto che rischia di andare nuovamente sotto ma stavolta è il palo a dire di no ad Immobile, che aveva saltato il portiere rossoblu. L’attaccante ha l’occasione di rifarsi su calcio di rigore assegnato dall’arbitro per fallo di Masina su Milinkovic-Savic: è ancora il montante a negargli la gioia della rete. Molto meglio va a Lulic, bravo a superare Mirante in uscita con un colpo di testa che si trasforma in un pallonetto beffardo. L’ex Torino si ripete cogliendo il legno per la terza volta, stessa sorte per Leiva che lo coglie con un colpo di testa a due passi dalla linea di porta. I padroni di casa si fanno vedere solo con un tiro velleitario di Destro ed un ‘tentativo’ di autogoal di Lulic che trova preparato alla deviazione Strakosha.

Il Bologna della ripresa è completamente un’altra squadra rispetto a quella abulica dei primi 45 minuti: arriva anche la rete che accorcia le distanze per ‘merito’ di Lulic, autore di una sfortunata autorete. Il goal mette ulteriore pepe ad una partita che sembrava quasi chiusa: padroni di casa che iniziano ad attaccare sull’out di sinistra, mettendo alle corde una Lazio in completo controllo dell’incontro fino a quel momento. Inzaghi si cautela inserendo il rientrante Lukaku, Donadoni risponde con Falletti passando al 4-2-3-1 ma lo spartito dell’incontro non cambia: il Bologna non riesce a colmare la differenza di tasso tecnico con il cuore, tanto, mostrato nell’ultima parte di gara, che però non basta per arrivare al pari.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Pubblicità

GIF 300x250

Facebook

Twitter