Dybala al fotofinish: Lazio – Juventus 0-1

Juventus

Partita priva di emozioni per tutto l’arco dei 90 minuti, ma ci pensa Paulo Dybala ad accendere la luce con una giocata pazzesca che porta la Juventus alla vittoria regalandole 3 punti vitali per la corsa contro il Napoli, Bianconeri a – 1 dal Napoli.

FORMAZIONI:

Lazio : (3-5-2): Strakosha; Ramos, De Vrij, Radu; Lulic, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lukaku; Alberto, Immobile; All. Inzaghi.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Benatia, Rugani; Lichtsteiner, Khedira, Pjanic, Matuidi, Asamoah; Dybala, Mandzukic. All. Allegri.

CRONACA:

Match delicatissimo all’Olimpico di Roma dove è di scena la sfida tra la seconda e la terza della classe, biancocelesti reduci dalla bruciante eliminazione in Coppa Italia, ma che in campionato attraversano un buon momento con due vittorie consecutive e ha dalla sua parte i precedenti a favore, infatti quest’anno ha battutto i biuanconeri gia’ due volte.

I Campioni d’Italia obbligati a vincere per rimanere in scia del Napoli capolista, ma nonostante questo Allegri sceglie di attuare un rischioso turn-over in vista dell’impegno col Tottenham, giocando a specchio con la lazio, rispolvera il 3-5-2 lasciando a riposo Chiellini, Douglas Costa e Alex Sandro, Inzaghi risponde schierando una difesa inedita, inserendo Luiz Felipe insieme a Radu e De Vrij, per il resto tutto confermato con Immobile li davanti affamato di gol per la scarpa d’oro.

Inizio di partita che vede i bianconeri già prendere il possesso del gioco, mentre i Laziali compatti attendono gli avversari per poi sfruttare gli spazi  nelle linee di direzione, la prima occasione è sulla testa di Mandzukic, all’ottavo minuto, sugli sviluppi di un calcio piazzato battuto da Pjanic, si trova tutto solo davanti a Strakosha, ma l’ex Atletico manda il pallone sopra la traversa clamorosamente.

I biancocelesti dopo lo spavento iniziale non rimangono a guardare anzi aumentano di intensità e aggressività, e al 20′ prima vanno alla conclusione dal limite con Luis Alberto ma il tiro per fortuna di Buffon viene deviato e poi sul corner susseguente, e sempre lo spagnolo nei panni di assistman e serve Milinkovic che colpisce di testa ma Buffon risponde all’appello facendo sembrare facile un intervento che non lo era e blocca sulla linea di porta, due minuti dopo ancora Lazio pericolosissima con Immobile, che conclude da fuori area costringendo il portiere della nazionale alla deviazione in calcio d’angolo.

La Vecchia signora in sofferenza totale ma che trova il gol al 28′, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Lukaku mette il pallone nella propria porta, ma il gol è annullato per una presunta trattenuta di Rugani sullo stesso belga.

La Juventus prova a reagire, il tecnico livornese cambia modulo di gioco passando ad un 4-3-3, avanzando  Liechsteiner sulla linea degli attaccanti, e al 38′ di gioco  sfiorano il vantaggio, sempre da azione di calcio d’angolo, battuto dal solito Pjanic, Khedira lasciato solo  all’interno dell’area prova la conclusione al volo però deviata che  si spegne di poco sul fondo, prima frazione che non regala altre emozioni ma con i bianconeri in fiducia rispetto alla prima parte di gara.

Seconda frazione che parte con un gioco un po’ confusionario e ritmo lento da entrambe le squadre, Allegri prova a dare la scossa al match inserendo Douglas Costa al posto dell’ex Liechsteiner, ma lo spartito non cambia è ancora la Lazio a rendersi molto pericolosa, ci vuole un ottimo Buffon, al 13′ con un uscita provvidenziale anticipa il capocannoniere della serie A lanciato a rete da Luis Alberto.

Partita che diventa a tratti soporifera complice i bianconeri impacciati che non riescono a trovare spazi e biancocelesti che hanno abbassato vertiginosamente il loro baricentro in evidente debito di ossigeno dopo i 120′ minuti di coppa, i due mister provano a dare nuova linfa alla partita inserendo Alex Sandro al posto di Mandzukic  creando un tridente più dinamico e inedito, Inzaghi risponde inserendo Felipe Anderson e Caicedo al posto di Immobile e Luis Alberto.

Match che ormai sembra concludersi a reti bianche con le due squadre stanche e tutti accontentati  al pareggio, ma non proprio tutti perchè clamorosamente la Joya Dybala a 15 secondi dalla fine fa una giocata pazzesca, tunnel ai danni di Luiz Felipe, entra in area contrastato da Parolo va giu, ma da terra riesce a calciare e la mette sotto il sette, forse il gol più importante dell’anno, che beffa per i biancocelesti.

Juventus che seppur a fatica porta a casa tre punti fondamentali e rimangono in scia del Napoli che stasera affronterà la Roma, e sopratutto che da fiducia per il difficilissimo impegno di Champions a Londra.

Più letti

Articoli a Random

Pubblicità

GIF 300x250

Facebook

Twitter