Il CSKA Mosca passeggia con l’Olimpia Milano: 81-107 e 13a sconfitta europea

CSKA Mosca

Niente impresa per l’Olimpia Milano, che resta in gara per due quarti e mezzo per poi concedere la passerella al CSKA Mosca. Tra gli uomini di Pianigiani si salvano Bertans, M’Baye e Tarczewski; ma questa Olimpia è ben lontana da una squadra che potrebbe lottare per raggiungere i primi 8 posti in Eurolega.

Tra l’assenza di Theodore e Goudelock non al meglio fisicamente, Pianigiani rivoluziona il quintetto. Quattro europei più Tarczewski, Goudelock e Jerrells in panchina. L’inizio è complesso, col CSKA che vola sul 2-8, ma Milano con Bertans e Tarczewski si porta avanti 13-10 e Pianigiani insiste con quello che solitamente è il secondo quintetto. Tra fine primo quarto e inizio secondo gli ospiti prendono nuovamente il comando delle operazioni, ritrovandosi in un attimo a +8, mentre l’Olimpia cambia assetto affidandosi alla coppia di esterni americani, Goudelock-Jerrells. M’Baye con schiacciata e tripla accorcia lo svantaggio a -6, ma il CSKA quando tira la spallata fa male, sempre. Kurbanov con la difesa asfissiante su Jerrells, Hunter sotto canestro e Higgins danno il +9 alla squadra di Itoudis, che diventa +15 a fine tempo dopo una madornale disattenzione biancorossa negli ultimi 6”, quando De Colo è libero di prendere palla dalla rimessa, scendere da solo in transizione e mettere la tripla senza l’adeguata risposta difensiva.

Allunga la difesa Milano – in campo col primo quintetto – e produce il -6 con un paio di belle giocate di Cinciarini. Bertans e Kuzminskas ravvivano il Forum con due triple di fila ma le risposte del Cska valgono sempre un nuovo -10. Gli arbitri puniscono Hines per flopping, Tarczewski ha qualcosa da dire a lui e De Colo animando il match e guadagnandosi anch’egli un tecnico. Emotivamente il finale di terzo quarto sembra a favore dell’Olimpia, ma il nervosismo e l’americano fuori dal campo lanciano la corsa degli ospiti, che con De Colo e Clyburn si portano a +16 all’alba degli ultimi 10 giri di lancette. L’ultimo periodo è accademia del CSKA, che vede il canestro largo come una vasca da bagno e lo bombarda, incrementando il fatturato dei singoli: De Colo, Clyburn, Rodriguez, Higgins, Kurbanov. Per Milano il peggior crollo di questa stagione, che stando all’avversaria potrebbe anche essere normale”, ma non con la poca cattiveria mostrata nella seconda parte di gara.

Olimpia Milano – CSKA Mosca 81-107
(15-23, 21-27, 25-27, 30-30)

Olimpia Milano: Tarczewski 17, Bertans 15, M’Baye 13, Micov 9, Kuzminskas 6, Kalnietis 6, Cinciarini 6, Gudaitis 5, Jerrells 4. All. Pianigiani.

CSKA Mosca: De Colo 24, Rodriguez 15, Clyburn, Higgins 12, Kurbanov 11, Hines 8, Hunter 7, Fridzon 7, Antonov 4, Korobkov 2, Khryapa 2. All. Itoudis.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo